il tempo scorre fra le dita. Tra il pollice e l'indice scorre la sabbia che si accumula al fondo della pagina. La mano rappresenta una delle mudra più usate nel prânâyâma yoga (Jnana Mudra). Questo gesto accompagna anche la meditazione.

« Ottobre 2010 | Main | Marzo 2011 »

Dicembre 2010 Archives

02.12.10

Per difendere la "proprietà intellettuale", gli US sequestrano domini web registrati all'estero e violano l'accessibilità

La settimana scorsa, le pagine di  82 siti web sono state sostituite dal questa mmagine di testo:

immagine di testo inserita senza attributo alt nei siti sequestrati

che ne annunciava il sequestro da parte del reparto Homeland Security Investigationsi dell'ente governativo US  ICE e  dal Dipartimento della Giustizia, "per violazione di copyrigh"t.

Sembrava una burla: oltre la goffagine dell'immagine che sembra una cattura di schermo di qualcosa ideato negli anni 90 da un ragazzino  che avrebbe appena scoperto come usare come usare le tabelle annidate per l'impaginazione, quell'immagine di testo era inserita senza fornire una descrizione alternativa.  E di solio gli enti governativi US sono molto rispettosi delle regole di accessibilità Web..

Inoltre, tra i domini sequestrati, c'è torrent-finder.com, che è semplicemente un motore di meta-ricerca di torrent, che non li ospita, eancora menoi file scaricabili tramite torrent. Quindi dove sarebbe stata la violazione di copyright? Poi il dominio  era stato registrato nel 2005 da un cittadino egiziano: come mai enti US lo potevano legalmente sequestrare? Infine, torrent-finder prosegue tranquillo la sua attività dal suo altro dominio, torrent-finder.info.

La cosa sembrava completamente assurda.

Però lunedì 29 novembre, il Dipartimente della Giustizia (DoJ) e quell'ente ICE hanno tenuto una conferenza stampa confermando che i sequestri erano opera loro, parte della loro operazione In Oaur Sites 2. Vedi i testi delle loro dichiarazioni: del DoJ - di ICE.  E ICE ha caricato su YouTube un video che riassume quella conferenza stampa. Con sottotitoli italiani:

(da universalsubtitles.org/videos/ZJo6ZhTX7W0d/it, dove c'è anche la trascrizione dei sottotitoli).

Sui meccanismi contorti del sequestri con apparente outsourcing a una ditta privata che potrebbe spiegare la violazione del primo principio dell'accessibilità informatica, tentativo di spiegazione nel PS di ‘Operation In Our Sites II’ – Out of Sight for the Blind.

Però come mai "In Our Sites" se sequestrano siti e domini stranieri? Poi tutte quelle immagini guerriere fanno venire in mente Il Prode Anselmo:

Passa un giorno, passa l'altro
Mai non torna il prode Anselmo,
Perché egli era molto scaltro
Andò in guerra e mise l'elmo...

Mise l'elmo sulla testa
Per non farsi troppo mal
E partì la lancia in resta
A cavallo d'un caval.

(...)

Quando presso ai Salamini
Sete ria incominciò,
E l'Anselmo coi più fini
Prese l'elmo, e a bere andò.

Ma nell'elmo, il crederete?
C'era in fondo un forellin
E in tre dì morì di sete
Senza accorgersi il tapin.

...

Nel caso della crociata ICE, altro che forellin.

14.12.10

Navigare meglio - dicembre 2010 - Copyright e insegnamento

Testo dell'articolo pubblicato su Spendere Meglio

(con link aggiunti)

L’11 novembre 2010, a Ginevra, è stato organizzato da Dice (Digital copyrights for e-learning) un workshop sul diritto d’autore per l’insegnamento. Si tratta di un progetto collaborativo tra l’Usi, l’Università di Ginevra, il Politecnico di Zurigo, la Fernfachhochschule di Briga e Creative Commons Svizzera. Anche se Dice si rivolge principalmente al personale universitario, alcuni dei circa 50 partecipanti provenivano dall’insegnamento secondario.
In effetti, come la giurista Jessica Litman scriveva già nel 1994:

All’inizio del 900, la legge sul diritto d’autore era tecnica, incoerente e difficile da capire, però riguardava poche persone e poche cose. (...) 90 anni dopo, è diventata ancora più tecnica, incoerente e difficile da capire e - cosa più importante - riguarda tutti e tutto. Per molti tra noi, è impossibile trascorrere una sola ora senza scontrarci con essa.

E questo è particolarmente vero per gli insegnanti: sia perché devono aiutare i giovani a capirvi qualcosa, sia nel decidere quali materiali digitali possono usare nelle loro lezioni.
Quella citazione di Jessica Litman è stata usata il 4 novembre 2010 da Lawrence Lessig, uno degli ideatori delle licenze Creative Commons, nel suo discorso di inaugurazione di una sessione dell’Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (Ompi), in cui caldeggiava una riforma fondamentale del diritto d’autore, diventato obsoleto perché basato su una nozione di copia che è radicalmente cambiata con l’avvento delle tecnologie digitali. Tuttavia, visto che in Svizzera le disposizioni dei trattati Ompi del 1996 sulle opere digitali sono soltanto state inserite nella Legge sul diritto d’autore (Lda), con la revisione entrata in vigore nel 2008, non è possibile aspettare che essa venga riformata nel senso auspicato da Lessig.

Di conseguenza, al workshop di Ginevra sono stati distribuiti un manuale elaborato da Dice e il testo della Lda, ne sono stati spiegati i principi basilari e un metodo per accertare la liceità di ciò che si intende fare con opere altrui. Inoltre, sono stati presentati gli archivi in accesso libero e le licenze Creative Commons, e si sono analizzati e discussi casi concreti.
Dice prevede di organizzare presso l’Usi un workshop simile a quello di Ginevra il 16 dicembre 2010. Ulteriori informazioni in merito verranno date dall’Usi e riportate nella versione online di questa rubrica.

Ulteriori informazioni

Bonus: discorso di Lawrence Lessig all'OMPI

con sottotitoli italiani, inserito da universalsubtitles.org/videos/wonQe0wrTNal/it (dove c'è anche una trascrizione interattiva)

E' vietata la riproduzione totale o parziale del layout e dei contenuti (testi, immagini, filmati) su carta, supporti tecnologici (floppy, CD-ROM, siti web, ...) e altro per ricavarne lucro, o per distribuirlo come proprio o per qualsiasi altra motivazione, senza il consenso scritto del responsabile del sito

informativa privacy

note legali


Informazioni Dicembre 2010

Questa pagina contiene i post di Almansi videoblog di Dicembre 2010. Sono ordinati dal più vecchio al più nuovo.

Puoi trovare altro nella pagina principale oppure cercando negli archivi.

IWA Useful Resource
Creative Commons License
This weblog is licensed under a Creative Commons License.